Sophia e l’alchimia – Vanna Vinci, you win!

Il lato profondo di noi. Di questo sto per parlarvi, e di un libro.
Nessuno si conosce fin troppo bene.
I momenti di indecisione fanno venir fuori parti profonde; i bravi le sopprimono, gli altri ci combattono. La verità è che non siamo mai una persona sola, siamo un miscuglio, un arcobaleno, cambiamo umore come cambiano i colori, siamo mutanti.
Voler ammettere il contrario è da stolti. Abbiamo tanti desideri, cresciamo, cambiamo, viaggiamo, conosciamo, alimentiamo la fiamma che ci fa sentire vivi.
Ho pensato e ripensato, dopo aver letto ‘Sophia’ di Vanna Vinci, pubblicato dalla BAOPublishing, quale fosse la mia di fiamma.
Quella della protagonista, Sophia, è una vampata alchemica, perché di alchimia si parla in questo libro. Lei cerca e ricerca, sogna, vede il mare, si tuffa e sprofonda in quella parte di se che fa plin plin plin , cerca di dare un senso alla sua istintività.

11272199_10206502831270547_1893793773_n

Sophia ha ventotto anni, è una ragazza semplice, si veste quasi sempre in modo spicciolo, le piace il mare e si stufa delle cose scontate. Vuole scoprire, da buona alchimista, e lo fa seguendo i propri istinti.

‘La ricerca alchemica è una strada solitaria… e ognuno segue la sua’ dirà Ermete, amico del padre, elegantissimo, anche lui innamorato dell’arte il cui fine è quello di prolungare la vita degli uomini. Lui la aiuterà nella ricerca, la indirizzerà verso le persone giuste e lungo il suo cammino Sophia di gente ne conoscerà tanta, soprattutto immortale, come la cantante, una tipa annoiata dalla sua lunga esistenza, resa infinita da quello che si presuppone sia l’elisir di lunga vita, inventato da Kelley e Dee (scoprirete chi sono, in fondo al libro c’è un elenco con le biografie degli Alchimisti di Sophia). Chiederà alla ragazza di studiare un antidoto per farla morire, non ne può più di annoiarsi brutalmente, non prova più sentimenti, ‘ho capito che la morte era una cosa naturale… una manna… una specie di dono di Dio… se esiste’. Tra gli altri incontrerà il famoso Nicolas Flamel, l’alchimista più conosciuto della storia – quello che fa la comparsa anche in Harry Potter – e il conte di Saint-Germain, dal fascino incredibile.

11267160_10206502832710583_1303092824_nPer la sua ricerca Sophia viaggia, Bologna, Parigi, Roma e altre città. Decisa a scovare l’antidoto-allunga-vita per Ermete, quando questo si ammala, e l’antidoto-accorcia-vita per la cantante.

Nel frattempo vivrà una strana storia con uno ‘sniffatore’ (è fissato con gli odori) nonchè inventore di profumi (‘Un tipo come Rino Gaetano’, e Vanna lo disegna proprio bene).11352200_10206502830630531_475110145_n

Sophia combatte tra la vita e la morte, per la vita di persone che ama e per la morte di persone annoiate, e lo fa attraversando un percorso interiore di cui è allo scuro, scoprendo lati di se stessa inesplorati, quelli nascosti. Si mostra nuda ma non è mai sconcia. Sogna di ritornare bambina e di incontrare strani esseri, uomini del passato e principi, e Vanna in tutto ciò le regala sottofondi musicali di grande rilievo: Fabrizio De Andrè, Alan Sorrenti, Roy Orbison, Bee Gees, Donna Summer, Nina Simone e altri (che siano questi gli spiriti della fumettista? Maestri della sua ricerca alchemica?).

11310989_10206502829390500_378716880_n

Vignette in bianco e nero, ma piene di colori. Gli stessi dell’arcobaleno.

Sophia ama non arrendersi, scoprite da voi se sarà in grado di ottenere ciò che cerca.

(Si è capito che mi è piaciuto un sacco?)

11124920_10206503877096692_1189772410_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...