In Biblioteca

Quante vite in biblioteca.

Sono seduta ad un tavolo e studio, nel frattempo mi guardo attorno. Io mi trovo nel reparto ‘Film’, perché oggi fa tanto caldo e qui, in questo angolino, tira un po’ di aria.

In biblioteca impari che non tutti vengono in biblioteca per leggere, o per studiare. D’altronde io stessa sono nel reparto ‘Film’, certo. Ma voglio dire che in biblioteca le persone si fanno i fatti degli altri, soprattutto. Soprattutto perché si è seduti a distanza ravvicinata, e la curiosità è qualcosa a cui l’uomo non sa rinunciare.

Per esempio, io stessa per vedere quello che sto per scrivere, e sono ancora qui, sia chiaro, ho alzato gli occhi dal libro e qualche minuto alla volta sono stata curiosa.

Un bambino prima è entrato e ha detto ‘Per cortesia, vorrei chiederLe il GGG, se è disponibile’. Mi ha fatto una tenerezza, è stato un bel momento. Perchè poi il GGG c’era, allora si è seduto al tavolo di fronte al mio e ha iniziato a leggerlo. Io lo ricordo ancora il giorno che ho letto il GGG. Non è stato molto tempo fa, è stato solo l’anno scorso, e mi è piaciuto tantissimissimo.

Un vecchietto con un baffo nero scuro e i capelli bianchissimi è arrivato poi con una 24ore e ha squadrato la parete dei DVD, attento attento. Non so se stesse cercando qualcosa in particolare, ma stringeva gli occhi mentre leggeva i titoli, e a me è sembrato che stesse pensando ‘Sì, questo l’ho visto già’.

Una coppietta che invece di studiare si fa le coccole, escono almeno una volta ogni mezz’ora e tornano che puzzando di fumo in una maniera allucinante.

Una ragazza che è appena arrivata, ha sbuffato e ha detto ‘Che caldo..’

Un vecchio che ha chiesto ad un ragazzo con dei tappi ficcati nelle orecchie ‘Scusi’ a questo punto si è tolto i tappi, il vecchio ha continuato ‘Io ci vedo poco, ma questo è Papa Francesco?’, ‘ Si, è Papa Francesco’, ‘Ah, la ringrazio’, con una z dolcissima.

Un ragazzo che ascoltava musica ad altissimo volume, così alto che gli fuoriusciva dalle cuffie, e infatti la responsabile ha dovuto dirgli di abbassare.

Un altro bambino che seguiva il padre mentre questo cerca qualcosa, non so cosa.

Qualcuno che urla fuori dalla finestra, ‘Baldooooo’, e poi ancora ‘Baldoooooo’, e poi ‘Bravo, adesso vieni qui! Vieni qui ho detto!!’ Evidentemente è un cane, questo Baldo. Ma non saprò mai di che razza, peccato.

E niente, adesso tornerei anche a studiare, se non fosse che ho una gran voglia di non fare niente.

Devo concentrarmi, ciao a tutti.

Annunci

5 thoughts on “In Biblioteca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...